sabato 23 febbraio 2019

Vangelo e commento importantissimi

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Luca 6,27-38.
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: « A voi che ascoltate, io dico: Amate i vostri nemici, fate del bene a coloro che vi odiano,
benedite coloro che vi maledicono, pregate per coloro che vi maltrattano.
A chi ti percuote sulla guancia, porgi anche l'altra; a chi ti leva il mantello, non rifiutare la tunica.
Dà a chiunque ti chiede; e a chi prende del tuo, non richiederlo.
Ciò che volete gli uomini facciano a voi, anche voi fatelo a loro.
Se amate quelli che vi amano, che merito ne avrete? Anche i peccatori fanno lo stesso.
E se fate del bene a coloro che vi fanno del bene, che merito ne avrete? Anche i peccatori fanno lo stesso.
E se prestate a coloro da cui sperate ricevere, che merito ne avrete? Anche i peccatori concedono prestiti ai peccatori per riceverne altrettanto.
Amate invece i vostri nemici, fate del bene e prestate senza sperarne nulla, e il vostro premio sarà grande e sarete figli dell'Altissimo; perché egli è benevolo verso gl'ingrati e i malvagi.
Siate misericordiosi, come è misericordioso il Padre vostro.
Non giudicate e non sarete giudicati; non condannate e non sarete condannati; perdonate e vi sarà perdonato;
date e vi sarà dato; una buona misura, pigiata, scossa e traboccante vi sarà versata nel grembo, perché con la misura con cui misurate, sarà misurato a voi in cambio ».

Commento:
Per quanto sia difficile (difficile ma non impossibile) da attuare questo passo del Vangelo è il cuore del Vangelo e del Cristianesimo. Dobbiamo amare e pregare per i nostri nemici per la loro conversione e liberazione come ci ha chiesto di fare la Madonna a Medjugorie attraverso la veggente Mirjana. Vi ricordo le 5 pratiche chieste dalla Madonna a Medjugorie: 1) preghiera (la Madonna ha detto soprattutto il Rosario, io aggiungo - per quanto vi è possibile - la preghiera del cuore cioè ripetere incessantemente una giaculatoria nella vostra testa o a bassa voce); 2) il digiuno a pane ed acqua il Mercoledì e il Venerdì; 3) la lettura della Bibbia; 4) confessione mensile; 5) comunione frequente possibilmente giornaliera (se un giorno diverso dalla domenica e dalla feste comandate non potete andare potete guardare Padre Pio TV e vedere la messa là e fare la "comunione spirituale").

Se avete letto tutto scrivete: Amate i vostri nemici 

mercoledì 20 febbraio 2019

Per le confessioni

Dire all'inizio della confessione:
Secondo le intenzioni e in riparazione delle bestemmie al Cuore Immacolato di Maria, al Sacratissimo Cuore di Gesù, al Cuore Castissimo di San Giuseppe, a Dio Padre, allo Spirito Santo e ai Santi Arcangeli Michele, Gabriele e Raffaele e a tutti i Santi e Angeli del Cielo.

Consacrazione della Russia al Cuore Immacolato di Maria

Madre Santa, per quanto può valere, consacro la Russia al Tuo Cuore Immacolato nell'attesa che il Papa faccia altrettanto.
Madre di Dio, Madre di Misericordia, Madre che tutto puoi, ti consacro la terra che fu di san Vladimiro e di tutti i Santi russi, la terra che fu vittima dell'anticristiana rivoluzione comunista, la terra su cui tu hai profetato a Fatima dicendo che dovevamo consacrarla al Tuo Cuore Immacolato.
Ora, io figlio devoto e fedele della Santa Chiesa, voglio esaudire questa tua richiesta, attendendo che la Santa Madre Chiesa faccia altrettanto.
Amen.

Rispondete “Amen”, stampatelo e recitatelo almeno 1 volta a settimana, possibilmente il mercoledì.


martedì 19 febbraio 2019

Preghiera a Dio Padre

Oggi è martedì, che nelle mie pagine è dedicato a Dio Padre! Questo è il 1° post della mia pagina "Dio Padre" dedicata al Padreterno, Prima Persona della Trinità e che sarà aggiornata solo il martedì! Dio Padre, Creatore del Mondo, Padre di Misericordia e di Giustizia, Fonte di ogni Bene, a te ci rivolgiamo, noi esuli figli di Eva, ma per tua Grazia figli di quella Madre Immacolata che è la nuova Eva e cui tu, prima della Creazione del mondo hai dato il nome di Maria, che significa "amata da Dio". Padre Buono, Padre Santo, Padre Onnipotente, abbi pietà di noi tuoi figli e figlie, converti quanti hanno bisogno di conversione, fortifica nella fede i giusti e fa che si faccia un solo gregge con un solo pastore: tuo Figlio e nostro Signore Gesù Cristo! Rispondete "Amen" e, se volete, condividete.

lunedì 11 febbraio 2019

Trionfo del Cuore Immacolato di Maria o attuazione del Mondo Futuro Mariano in 7 punti

1) pregare per tutti (in particolare, ma non solo, per i propri parenti, amici, conoscenti), perdonare tutti (e non considerare nessun essere umano come nemico), amare tutti;
2) dare il proprio contributo alla società a titolo oneroso e/o gratuito (= lavorare, studiare, fare volontariato);
3) se ci si forma una famiglia, formarla secondo i dettami del Signore (col matrimonio in Chiesa fra un uomo e una donna) e, possibilmente, fare figli e/o adottarli;
4) usare il Womese, lingua artificiale paritaria, come lingua internazionale, mentre a livello nazionale usare le lingue esistenti;
5) attuare le riforme economiche ed ecologiche presenti nel libro "Il Mondo Futuro", in particolare sviluppare un'economia stabile, equa, socialmente ed ecologicamente sostenibile;
6) attuare le riforme politiche de "Il Mondo Futuro" e di "Mondo Futuro Mariano" (un opuscolo di prossima pubblicazione) in particolare l'unificazione confederale del mondo, la sua articolazione in 30 grandi Stati federali (tra cui l'Europa Ovest), il parlamento mondiale con 900 membri, il direttorio mondiale con 30 membri;
7) amare Dio (la Trinità cristiana) sopra ogni cosa ed essere sempre pronti ad amarlo e servirlo qualunque cosa accada.

Ovviamente questi 7 punti non sono ugualmente importanti: il 1° e il 7° sono più importanti, poi vengono il 2° e il 3° e poi il 4°, il 5° e il 6°.

domenica 10 febbraio 2019

Atto di consacrazione del genere umano a Cristo Re

« O Gesù dolcissimo, o Redentore del genere umano, riguarda a noi umilmente prostrati innanzi a te. Noi siamo tuoi, e tuoi vogliamo essere; e per vivere a te più strettamente congiunti, ecco che ognuno di noi, oggi spontaneamente si consacra al tuo sacratissimo Cuore. 

« Molti, purtroppo, non ti conobbero mai; molti, disprezzando i tuoi comandamenti, ti ripudiarono. O benignissimo Ge­sù, abbi misericordia e degli uni e degli altri e tutti quanti attira al tuo sacratissimo Cuore. 

« O Signore, sii il Re non solo dei fe­deli, che non si allontanarono mai da te, ma anche di quei figli prodighi che ti abbandonarono; fa' che questi, quanto prima, ritornino alla casa paterna, per non morire di miseria e di fame. Sii il Re di coloro, che vivono nell'inganno e nell'errore, o per discordia da te separati: ri­chiamali al porto della verità, all'unità della fede, affinché in breve si faccia un solo ovile sotto un solo pastore. 

« Largisci, o Signore, incolumità e liber­tà sicura alla tua Chiesa, concedi a tutti i popoli la tranquillità dell'ordine: fa' che da un capo all'altro della terra risuoni quest'unica voce: Sia lode a quel Cuore divino, da cui venne la nostra salute; a lui si canti gloria e onore nei secoli dei secoli. Amen ». 

(Indulgenza plenaria, se si recita pub­blicamente nella solennità di Cristo Re; parziale, invece, se si recita privatamente).

domenica 3 febbraio 2019

Vicissitudini. Preghiamo per le diocesi


In questi giorni sono andato a cercare di far approvare il mio “Rosario di San Michele Arcangelo”: c'è stata un po' di maretta (SENZA parolacce: io non ne dico mai e quello davanti a me era un sacerdote). Mi risuonano solo nella mente le parole profetiche di Papa Benedetto XVI: “C'è tanta sporcizia oggi nella Chiesa”.
Per carità di patria non aggiungo altro.

Rimango un figlio devoto e fedele della santa Chiesa Cattolica.

Preghiamo per la conversione dei sacerdoti, in particolare quelli delle nostre diocesi e perché il Rosario di San Michele Arcangelo venga approvato, quando la Madonna vorrà, possibilmente il mese prossimo (il sacerdote mi ha detto che ci vorrà 1 mese perché il vescovo lo veda).
Preghiamo, perdoniamo col cuore senza però dimenticare e amiamo. Preghiamo, preghiamo, preghiamo.

San Michele Arcangelo prega per noi, per le nostre famiglie, per le nostre diocesi, per la Santa Chiesa e per il mondo intero!

Se avete letto tutto rispondete: “Laudato si' o mi' Signore” o “Lodato sii o mio Signore” o in una maniera simile (ma possibilmente corretta).